Come Scegliere Scarpe da Calcetto

Il calcio è uno degli sport più amati e diffusi in tutto il Mondo. Per praticarlo, poi, non occorre che un pallone e qualche amico per passare un pò di tempo divertendosi e facendo un pò di sana attività fisica. Tuttavia, quando si giocano delle partite vere e proprie è necessaria un’attrezzatura adeguata e tra gli elementi indispensabili non possono assolutamente mancare le scarpe adatte. Le calzature da calcio, o da calcetto, devono essere infatti scelte in base ad alcuni criteri ed è necessario affidarsi ad un prodotto di qualità perchèle scarpe influiscono sulla salute di tendini ed articolazioni, fortemente sollecitate durante il gioco.

La differenza tra scarpe da calcetto e scarpe da calcio

In commercio vi sono differenti tipologie di scarpe appositamente ideate per giocare a calcio, ma anche se a prima vista sono molte le similitudini, vi è una grossa differenza tra i vari modelli che si differenziano l’uno dell’altro proprio per alcune specifiche caratteristiche.

Prima di tutto, è necessario dividere queste calzature in due grandi categoria, una ad-hoc per il calcio tradizionale, praticato in 11 giocatori e solitamente su campi in erba, e l’altra dedicata invece al calcetto, la versione “ridotta” del gioco tradizionale, con squadre da 5 giocatori e campi con rivestimento sintetico. Le prime, le scarpe da calcio, sono solitamente più pesanti e dotate di tacchetti di grossa dimensione, spesso in ferro, indicati per far presa sul manto erboso ed il terreno morbido dei campi tradizionali oltre che progettati apposta per evitare il rischio di scivolamenti. Inoltre, questi modelli, sono realizzati in modo tale da essere maggiormente resistenti e capaci di durare nel tempo anche se messi a dura prova da acqua, fango ed urti. Proprio per questo motivo, le varie calzature possono ancora avere caratteristiche diverse in base al tipo di terreno di gioco ed alle condizioni climatiche. Tra i vari modelli, è possibile trovare anche alcune scarpe da calcio con tacchetti staccabili per personalizzare la loro dispozione e la loro quantità. Destinato spesso per un uso semi-professionistico, le scarpe da calcio hanno molte volte una tomaia in pelle, che le rende più confortevoli anche per lunghe partite ed un utilizzo frequente, adatto ad allenamenti e partite.

Le scarpe da calcetto, invece, a prima vista, sono diverse da quelle da calcio sopratutto per la struttura, quantità e dimensioni dei tacchetti. Infatti, sulla loro suola sono presenti un numero maggiore di tacchetti, di piccola grandezza e realizzati solitamente in materiale plastico perchè verrano utilizzate su superfici sintetiche, meno sdrucciolevoli dei campi in erba. Dai classici modelli semplici ed in pelle nera, calzati anche ai piedi dei calciatori che hanno fatto la storia di questo sport, si è passati ora a scarpe da calcetto particolarmente curate non solo sotto l’aspetto tecnico, ma anche per il loro design che spesso adottano colori sgargianti.

Caratteristiche

Scegliere la calzatura adatta è di fondamentale importanza per salvaguardare la salute ed il buono stato delle articolazioni, ma anche di tendini, muscoli e legamenti che sono sollecitati durante le azioni di gioco, ma che risentono anche dell’impatto sul terreno. Per valutare le qualità delle scarpe per il calcetto è quindi importante valutare alcune caratteristiche peculiari che possono fare la differenza tra un modello e l’altro. I tacchetti, delle protuberanze collocate sulla suola per garantire la giusta aderenza sul campo, sono presenti anche nelle scarpe da calcetto, ma in maggiore quantità e di dimensioni ridotte. In media su una suola ne vengono collocati circa 12/15 e quelli più comuni, destinati sopratutto a superfici dure, sono in gomma e in base alla loro durezza permettono di ammortizzare il peso sul terreno evitando il rischio di pericolose scivolate. Vi sono però anche tacchetti in poliuretano che possono essere utilizzati su tutte le tipologie di campi, dotati di minore capacità di ammortizzazione, ma decisamente più stabili e destinati ad un maggiore utilizzo.

La tomaia è un elemento molto importante capace di determinare il comfort delle scarpe. Dai primi modelli, interamente in pelle, si è passati anche a scarpe più recenti che montano una tomaia in pelle sintetica che in alcuni casi è di buona qualità ed ottima per essere impiegata anche a livello professionale. Il principale difetto del materiale sintetico, sicuramente più semplice da pulire e comodo da mantenere, è la scarsa sensibilità al tocco della palla, risolto però nei modelli di buona qualità e più recenti, ma anche relizzando in pelle naturale solo la punta, la parte a contatto con la palla. La pelle, però, rende la scarpa sicuramente più comoda, anche perchè può adattarsi al piede, ma richiede molta cura dopo l’utilizzo.

La resistenza delle scarpe è anche un altro fattore da valutare e sono da preferire quei modelli di scarpa da calcetto dotati di particolari rinforzi posizionati nei punti più critici sottoposti a maggiori sollecitazioni. La modalità di allaccio può influire sulla sensibilità e sul tiro e, per questo, alcune scarpette hanno i lacci posizionati lateralemente o di dimensioni più piccole. Non ultimo, poi, è anche l’estetica e oggi vi sono davvero modelli adatti a soddisfare tutti i gusti.

Cura e manutenzione scarpe calcetto

Non basta scegliere un prodotto di qualità per assicurarsi una lunga durata nel tempo, ma poichè le scarpe vengono a contatto con agenti esterni e sono sottopose a varie sollecitazioni, vanno anche curate, pulite e riposte con grande attenzione. Tra calci, acqua, terra e varie azioni di gioco le calzature sono sempre in primo piano e ciò influisce sulle loro condizioni per cui, una volta usciti dallo spogliatoio bisognerà dedicare qualche minuto e seguire delle semplici indicazioni per minimizzare l’usura e preservarne la durata.

Se si tratta di modelli di scarpe da calcetto con tomaia in pelle, o mista, dopo l’utilizzo vanno immediatamente pulite con acqua tiepida o calda e strofinate delicatamente con una spugnetta o un panno morbido. Successivamente, invece, è preferibile sciogliere i lacci, distendere la tomaia inserendo della carta di giornale e procedere a cospargere la scarpa con appositi prodotti, come il grasso per scarpe, che le rende idropellenti, e lasciare asciugare all’aria. I modelli in materiale sintetico, invece, sono più semplici da pulire e mantenere e basta detergerli con un pò d’acqua per eliminare i vari residui. Un panno, una spugna o una carta di giornale va passata poi sulla suola, tra i tacchetti, per eliminare presenza di terra, fango ed altri detriti. Se si possiedono scarpe con tacchetti mobili è necessario svitarli, facendo attenzione a non danneggiare il supporto in ferro, pulirli e soffermarsi anche sul loro alloggiamento.

Le scarpe possono essere messe ad aciugare al sole o in direzione di una fonte di calore, ma non troppo vicino per evitare che la tomaia possa danneggiarsi o indurirsi eccessivamente. Anche nel caso in cui si utilizzano le scarpe da calcetto solo occasionalmente è necessario prestare cura alla loro pulizia e manutenzione per evitare problemi durante il gioco. I tacchetti devono essere liberi da incrostazioni e residui per garantire la giusta presa sul terreno, la tomaia deve essere morbida ed elastica per garantire comodità e sensibilità, ed i lacci devono invece essere in buono stato per evitare allargamenti e rotture improvvisi e vanno controllati ed eventualmente sostituiti all’occorrenza.

Vendita consigliata

Le scarpette da calcetto sono tra gli accessori indispensabili che ogni calciatore, anche se solo uno sportivo “della domenica”, deve avere nel suo guardaroba. Capaci di influire sulle performance durante il gioco, influenzano pesantemente anche lo stato delle articolazioni, sopratutto di caviglia e ginocchio e per questo motivo vanno scelte con molta attenzione. Bisogna infatti trovare un prodotto adatto alle proprie esigenze e di buona qualità. Sul mercato vi sono modelli estremamente semplici, ma anche scarpe che hanno caratteristiche particolari conferite dagli ultime scoperte in campo tecnologico. Alcune, infatti, sono dotate di complessi sistemi di allaccio e ammortizzazione.

Per acquistare la scarpa da calcetto è consigliabile preferire la vendita in negozi specializzati, come punti vendita di articoli sportivi o accessori per lo sport: qui, infatti, non solo si potrà contare sul’esperienza del personale addetto, ma anche valutare dal vivo i modelli e toccare con mano tomaia, tacchetti e suola. La prova delle scarpa è fondamentale per scegliere il numero adatto e valutare il comfort. Sopratutto nelle grandi città, poi, vi sono anche negozi specializzati nella vendita di accessori per il calcio ed il calcetto destinati esclusivamente ad un utilizzo professionale.

L’acquisto su Internet comporta proprio lo svantaggio di non poter visionare con i propri occhi i prodotti, ma permette di trovare una più ampia gamma di modelli, a volte anche scarpe da calcetto personalizzate o personalizzabili, proposte a prezzi speciali. Prima di procedere all’acquisto si possono verificare le caratteristiche tramite le schede descrittive e le immagini ed alcuni siti permettono poi di effettuare comparazioni tra i vari modelli. Per scegliere la misura adatta, oltre che basarsi sulla propria esperienza, si possono consultare le tabelle che spesso, direttamente on-line, consentono di individuare il numero giusto anche in base alle varie marche. Anche su Internet è possibile trovare siti di e-commerce specializzati esclusivamente in calzature sportive o da calcio ed è possibile consultare il catalogo e richiedere informazioni direttamente tramite il numero verde. Il consiglio è quello di procedere all’acquisto di scarpe da calcetto online solo se si ha già abbastanza pratica nella scelta delle scarpette, ma se si tratta delle prime volte, o per esigenze specifiche, è sempre da preferire il negozio tradizionale.

Marche delle migliori scarpe da calcetto

Le scarpe da calcio sono nate nel 1985 grazie alla realizzazione delle prime suole in caucciù, ma hanno conosciuto una maggiore diffusione solo a partire dalle Olimpiadi del 1896. I primi modelli, ovviamente, erano destinati escluisivamente al calcio tradizionale, ma poi, con l’evoluzione del gioco a cinque giocatori, sono stati realizzati anche i modelli per il calcetto. Attualmente sul mercato si trova un’ampia scelta di modelli, differenti per marche, caratteristiche e prezzo, ma affidarsi alle aziende più famose del settore significa acquistare prodotti di qualità e le migliori scarpe da calcetto.

Adidas. L’azienda è da sempre leader nel settore delle calzature per il calcio ed è possibile trovare in catalogo modelli semplici, ma anche evoluti come il “Predator”, destinato ad un pubblico di professionisti. Tante le versioni, decorate con il classico fiore o le tradizionali strisce, proposti in differenti colori. Le scarpe più innovative, poi, sono state indossate anche da calciatori famosi, come ad esempio David Beckham che ne è diventato testimonial.

Diadora. Azienda italiana oggi affermata nel campo degli articolo sportivi, nasce come laboratorio artigianale per la realizzazione di scarpe per la montagna, ma ben presto arriva a produrre vari articoli per ciclismo, corsa e naturalmente calcio. I modelli proposti sono sicuri ed affidabili, ma anche particolarmente curati sotto l’aspetto estetico. Come le altre aziende, anche la Diadora annovera personaggi come Totti ed altri tra i testimonial. Molte scarpette da calcio supportano nuove e particolari tecnologie che consentono prestazioni elevate e includono sistemi di ammortizzazione o l’esecuzione perfetta di alcuni movimenti come Flex Rotax, il sistema che consente di effettuare una flessione del piede completa per tiri più precisi. Un vero tocco di classe per chi desidera una tra le migliori scarpe da calcetto.

Il Terreno – Caratteristiche Principali
Talea di Fuchsia – Come Fare