Come Conoscere le Monete

Immaginare il mondo delle Monete come un campo uniforme e limitato è quanto di più sbagliato si possa fare. Le Monete hanno una storia di oltre 2700 anni e nel corso del tempo hanno subito modifiche di forma, di peso e di metallo anche molto evidenti. Oggi, con le nuove tecnologie, si possono coniare Monete decisamente molto particolari. Esistono Monete colorate o smaltate, quelle con ologrammi, altre sono fatte in più metalli, alcune hanno forme stranissime ed in molte troviamo inserite pietre preziose, perle, pepite Tralasciamo volutamente le ultime bizzarrie presenti sul mercato, che in effetti hanno trasformato le Monete sempre più in medaglie, per dedicarci ad una panoramica descrittiva delle Monete, fornendo una guida di base a chi si affaccia per la prima volta nello sterminato e variegato mondo numismatico.

Innanzitutto, capiamo i motivi per cui una persona acquista delle Monete; i principali sono i seguenti:

la collezione,
l’investimento,
il regalo.
Questi motivi, così apparentemente diversi, sono invece legati da un fattore comune: il piacere della Moneta. Il collezionista potrebbe collezionare quadri, macchine o tappi di bottiglia, l’investitore potrebbe comprare immobili piuttosto che azioni, il regalo potrebbe essere un capo di abbigliamento, un gioiello od un oggetto d’arredamento. Risulta cosi evidente che chi compra Monete lo fa perché è attratto e affascinato da queste, altrimenti destinerebbe i suoi interessi altrove!!

Qualunque sia la causa, bisogna capire cosa e come acquistare, per questo è utile suddividere le Monete in due gruppi distinti

Monete con valore numismatico
Monete a largo mercato
Le prime per cause diverse, hanno un grado di rarità più o meno elevato; le seconde, invece, sono di facile reperibilità e, quindi, abbastanza comuni.

Monete con valore numismatico
La caratteristica fondamentale che accomuna queste Monete è il valore numismatico che possiedono; quest’ultimo si somma al valore intrinseco del metallo prezioso contenuto nelle Monete. Il valore numismatico dipende da alcuni e fondamentali fattori che sono:

nel caso di Monete antiche (andate regolarmente in circolazione):
Stato di conservazione
Rarità
nel caso di Monete moderne, (che si presume siano nuove perché non circolanti):
Paese produttore
Rarità

Risulta essere fondamentale stabilire che lo stato di conservazione di una Moneta influisce in modo esponenziale sul valore della Moneta stessa e sfatare, invece, la credenza popolare che lega il valore della Moneta alla sua antichità.

Esistono infatti Monete romane, d’ argento piuttosto che in bronzo, con 2000 anni di storia, che si possono acquistare a pochi euro. Stando a quanto anzidetto è preferibile, ai fini anche della rivendibilità, acquistare una Moneta comune, ma ben tenuta, piuttosto che una rara, ma molto rovinata.

La rarità, è un fattore comune sia alle Monete antiche che a quelle moderne; questa caratteristica indica quante Monete di una determinata tipologia si trovano sul mercato. Una Moneta può essere rara per diversi motivi:

un numero limitato di pezzi emessi all’origine,
un debito (generalmente di guerra) del Paese emittente ripianato con l’emissione della Moneta in questione,
il ritiro dal mercato in seguito al riscontro di un grave errore di conio,  è possibile vedere questa guida sulle 500 lire per un esempio.
Altro fattore assolutamente importante è il Paese produttore. Precisiamo che, come altri oggetti, le Monete sono valutate anche in base alla richiesta del mercato. E’ ovvio che rispetto ad una nazione povera la zecca di una nazione importante e dalla forte economia avrà più estimatori, acquirenti e collezionisti, di conseguenza le sue Monete, essendo più richieste di altre, si rivaluteranno maggiormente..

Monete a largo mercato
Comunemente chiamate Monete di borsa o bullion, sono tutte quelle che hanno una tiratura molto elevata. Caratteristica peculiare di queste monete è l’ottimo rapporto tra prezzo e peso che le rende estremamente concorrenziali rispetto a qualsiasi oggetto o Moneta in oro.

Lo stesso lingotto, se pesante meno di 500 grammi, è meno conveniente di alcune di queste Monete perché, essendo molto comuni, hanno praticamente azzerato il loro valore numismatico e valgono solo per il loro peso netto.

Bisogna stare attenti ad acquistare tali Monete; legate esclusivamente alla quotazione del metallo aureo, potranno aumentare, ma anche diminuire di valore. Non va trascurato, anche per queste Monete, lo stato di conservazione che deve essere ottimale, previo un ridimensionamento del valore commerciale.

Conclusioni
Sia le Monete da collezione che quelle a largo mercato godono di caratteristiche favorevoli e sfavorevoli. Le prime, a fronte di un costo anche molto superiore rispetto al valore dell’oro contenuto, garantiscono nel tempo una certa rivalutazione. Le seconde, più commerciali e facilmente monitorabili, vanno acquistate con una certa cautela perché possono risultare imprevedibili.

Il Nostro Consiglio, qualsiasi sia la scelta che vorrete fare, sarà quello di recarvi presso un negozio specializzato che saprà e dovrà aiutarvi nell’ acquisto.

Come Preparare Frittata di Spaghetti
Come Preparare Croccante al Sesamo